Pasta: le ricette di successo del 2016

le ricette di successo del 2016

Pasta: le ricette di successo del 2016

Repubblica Sapori  ha stilato una speciale classifica dedicata alle migliori ricette di pasta secca realizzate dagli Chef Italiani.

Per noi italiani si sa, la pasta è una questione seria, e gli Chef nostrani non si limitano a “saperla cucinare”, (d’altronde il contrario sarebbe impossibile nel bel Paese!) ma si spingono ben oltre, interiorizzano le migliori ricette, i grandi classici, modificandole nei dettagli o talvolta stravolgendole, con affascinanti contaminazioni con l’estero ma anche con varianti di pasta secca, come quella scura o integrale.

Insomma, ce n’è davvero per tutti i “gusti” in questa golosa carrellata di primi piatti stellati realizzati dai migliori cuochi italiani nell’anno che volge al termine.
Ricette in cui la pasta appare come primo attore e non solo accompagnamento di sughi elaborati, vera protagonista di portate perfette nell’estetica oltre che nel sapore.

  1. Spaghetti al cartoccio” di Davide Oldani. Una sinfonia di sapori perfettamente in equilibrio, una foglia d’argento edibile che separa la pasta dal condimento, una crema di crostacei ed astice nella quale viene poi riversata. La versione dello Chef prevede una pasta quasi scondita e appena inumidita, pronta per sposare il delicato gusto della salsa.
  2. La “cacio e pepe” di Riccardo Camanini, cotta in vescica. Una preparazione teatrale che punta sullo scambio dei sapori, esaltandone il gusto. Simile alla cottura in cartoccio o in crosta, consiste nell’inserimento degli ingredienti e degli aromi scelti, all’interno di una vescica di maiale chiusa ermeticamente, inserita poi in acqua bollente o al vapore. Una volta terminata la cottura, la vescica si apre con un coltello e sprigiona una pietanza dal sapore invitante e dall’odore pungente.
  3. “Fresco e tiepido a Pantelleria” di Davide Scabin, chiamato così in onore ad uno degli ingredienti, i capperi di Pantelleria. Spaghetti con salsa leggera di pomodorini cotti in olio aglio e basilico, adornati con mozzarella grattugiata e crema di piselli, metà crudi e metà cotti, funghi carboncelli in agrodolce e bocconcini di maialino. Si tratta di un piatto davvero “ricco”, una combinazione di un bel po’ di sapori che tuttavia non confonde ma, paradossalmente, crea un legame tra tutti esaltandone a vicenda le caratteristiche.
  4. “Candele, burro, aringa, mela e furikake” di Eugenio Boer, sicuramente la pietanza più elaborata, una commistione di sapori provenienti da diverse nazionalità, uniti sapientemente anche grazie alla storia culturale dello Chef, nato da padre olandese e madre siciliana, vissuto assaporando diverse culture culinarie. Ed è da tale background che nasce questa pietanza fatta con pasta, (italiana, naturalmente) burro e aringa del nord Europa, mela tagliata a dadini ed un condimento dai profumi orientali che conferisce un sapore intenso e dolce al piatto, il furikake.
  5. The last but not the least, un vero e proprio dessert fatto di Pasta pomodoro basilico e mozzarella, realizzato da Cristoforo Trapani, un chef napoletano che celebra la tradizione preparando un dolce fatto con gli ingredienti tipici di uno dei piatti della cucina italiana, sfruttando, a detta sua, la naturale dolcezza degli ingredienti.

Questi alcuni dei piatti più intraprendenti dell’anno quasi terminato, per conoscere il resto della lista di ricette che hanno avuto successo nel 2016, ecco l’approfondimento completo.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

error: